ADATTAMENTI DEGLI ARTI  NEI VERTEBRATI

...Museo Zoologico

Adattamenti al volo

Adattamenti degli arti nei vertebrati

Nella storia dei Vertebrati, la colonizzazione delle terre emerse ha richiesto profonde modificazioni strutturali e un nuovo tipo di locomozione basato essenzialmente sull'uso degli arti anzich dei muscoli assiali del corpo. Nei Tetrapodi (animali forniti di quattro piedi), infatti, le pinne pari dei pesci si sono trasformate in arti deambulanti.

Anfibi

Tra gli Anfibi, i Caudati (salamandre e tritoni) che trascorrono buona parte della loro vita in acqua, hanno locomozione terrestre poco efficiente, affidata alle contrazioni della muscolatura del corpo; le zampe funzionano da puntelli. Gli Anuri (vetrina V) presentano un peculiare adattamento alla locomozione saltatoria favorita da un arto posteriore molto lungo e muscoloso, peraltro utile anche per il nuoto.

Rettili

Nei Rettili (vetrine VI-IX), la locomozione viene migliorata anche se, nella maggioranza delle specie attuali, la disposizione trasversale degli arti richiede che il corpo sia prima sollevato dal suolo e poi spinto in avanti.

Mammiferi

Nei Mammiferi, si afferma la disposizione parasagittale degli arti che vengono spostati su piani paralleli a quelli del corpo per cui essi lo mantengono sollevato dal suolo; lo sforzo muscolare impiegato soprattutto la spinta in avanti. Questo sistema facilita la deambulazione che, comunque, assume aspetti peculiari in ciascun gruppo.

Canguri

Nei canguri (vetrina X) vi un adattamento al salto ottenuto attraverso l'allungamento degli arti posteriori, che poggiano al suolo solo le dita; gli arti anteriori, ridotti, sono sollevati durante la marcia. Nei Primati (vetrine XIV-XVI) si riscontra un adattamento all'arrampicata con i pollici che possono opporsi alle altre dita per afferrare i rami. L'uomo (vetrina XLIV), un primate adattato all'andatura bipede, si afferma la disposizione plantigrada degli arti posteriori; gli arti anteriori possono essere destinati ad un'ampia variet di usi. Molti Carnivori ed Ungulati (vetrine XXI-XL) sono corridori e aumentano la potenza delle leve degli arti attraverso un allungamento degli stessi e poggiando al suolo solo le dita. Negli Ungulati (vetrine XXX-XL), le dita sono protette da uno sviluppo delle unghie in zoccoli; nei grandi Mammiferi come gli elefanti (vetrina XL e scheletro salone maggiore) le ossa degli arti sono allineate in colonna e si spostano sotto il corpo per sostenerne l'enorme peso.